Piccola sas non fallibile

Due sorelle proprietarie di una piccola sas intendono chiudere l’attività che presenta però un’elevata posizione debitoria verso banche e fornitori. Attraverso la procedura di composizione della crisi, viene proposto ai creditori di essere soddisfatti attraverso la vendita del capannone in cui ha sede l’azienda ed i creditori accettano la proposta.

Risultato: i creditori, senza necessità di azioni esecutive, vedranno soddisfatti una parte dei loro crediti. Le creditrici possono chiudere l’azienda avendo estinto ogni loro debito con il patrimonio della stessa.

4.3/53 ratings