È l’atto con cui l’ufficiale giudiziario, su ordine del giudice, ingiunge al debitore di mettere a disposizione determinati beni mobili o immobili come garanzia per il creditore, al fine di poterli liquidare per soddisfare il debito non pagato.