Una posizione debitoria viene definita insolvenza quanto il sistema bancario ritiene che il debitore autonomamente non potrà più onorare il proprio debito e quindi sarà necessario muovere un’azione esecutiva per rientrare del denaro prestato.