Cancellazione Crif: come ottenerla senza anticipare i costi

Quante persone, definite cattivi pagatori, vorrebbero ottenere la cancellazione della Crif ed essere riabilitate completamente! Come fare? Leggi qui di seguito!

Cancellazione del crif

Di cosa parliamo utilizzando il termine cancellazione Crif?

Quando si comincia a parlare di cancellazione Crif? Quando una persona o un’azienda ritarda il pagamento di un prestito/mutuo/finanziamento o addirittura smette di pagarlo,  questa informazione viene registrata in alcune banche dati che possono vedere tutte le altre banche e finanziarie. La più conosciuta è Crif, ma esistono anche le banche dati Experian, Consozio Tutela del Credito ed altre.

In questo caso, comunemente, si dice che la persona diventa un cattivo pagatore. Normalmente, nessuna finanziaria darà nuovo credito a una persona con una storia di cattivo pagatore. Essere iscritti come cattivo pagatore comporta quindi l’impossibilità di avere nuovo credito o di rinegoziare i debiti attualmente in essere. Ogni volta che si proverà a chiedere un finanziamento ad una nuova banca, questa vedrà la segnalazione come cattivo pagatore (basta una semplice richiesta telematica) e ci negherà il credito spesso senza neppure dirici perché! E’ per questo che è importante essere cancellati dalle banche dati Crif.

Si tratta di una situazione che riguarda moltissimi italiani: secondo Banca d’Italia circa 900.000 persone sono segnalate come cattivi pagatori!

Perché si vuole ottenere la cancellazione Crif?

Già dalla parola essere catalogato come “cattivo pagatore” non è una cosa piacevole.  Soprattutto nella società di oggi, dove tutto si compra a rate, essere iscritti come cattivi pagatori può essere un grave problema. Magari per qualche ritardo di pagamento in un momento di difficoltà superato, oggi non si riesce ad accedere a nessun tipo di finanziamento o credito bancario.

Significa non poter acquistare un’auto nuova o avere una carta di credito. Significa rinunciare all’acquisto della casa, perché non potremo ottenere un mutuo o magari prestare la garanzia per i nostri figli che vorrebbero acquistare una loro casa.

E’ vero che pur essendo ancora morosi con la banca si può ottenere la cancellazione Crif?

La risposta giusta è sì e no. Se hai ritardato a pagare delle rate o se non stai pagando, le segnalazioni non si possono cancellare se non in due casi che spieghiamo qui di seguito. Leggi attentamente perché potrebbe essere la soluzione che cerchi.

Caso uno: quello che tutti ti propongono e che probabilmente non funzionerà

La legge prevede che anche chi non paga non possa essere segnalato a vita. Pertanto ci sono dei termini massimi entro i quali le segnalazioni come cattivo pagatore vanno cancellate.

Se vuoi sapere le tempistiche esatte di tutti i casi

Puoi leggere anche:
Sovraindebitamento: il cattivo pagatore e la Crif

la sintesi è che per la maggior parte dei casi servono anni.

Nel caso in cui tu non stia pagando, ad esempio devono essere passati tre anni dall’ultimo aggiornamento della banca. Se la banca continua ad aggiornare i dati, praticamente potresti non essere mai cancellato, e questa cosa è perfettamente legale!

Quando invece questi termini vengono superati, normalmente Crif cancella i tuoi dati in automatico.

Solo in pochi casi, per qualche errore, i dati rimangono registrati oltre i termini, ed in questo caso è possibile cancellarli con una semplice richiesta. Si tratta di casi estremamente rari: nella nostra esperienza le segnalazioni fuori termine presenti in Crif e nelle altre banche dati non superano l’uno o due percento. Sperare di vedersi cancellare i dati per questo motivo è spesso un’illusione! (non disperiamo, c’è una seconda possibilità molto più concreta….)

Su questa illusione è nato un mercato: quante società, anche attraverso i loro siti Internet, propongono di cancellare la Crif, e le segnalazioni come cattivo pagatore, semplicemente facendosi pagare una consulenza per verificare che i termini non siano scaduti… Spesso si tratta di somme non alte ma in qualche modo buttate via: se infatti le segnalazioni “scadute” sono l’uno per cento, ne consegue che il cliente dopo aver pagato nel 99% dei casi si sentirà dire che non si può fare nulla!

Ci avevano proposta una via che sembrava facile, e invece il risultato con grande probabilità saranno soldi persi, tempo perso, e una grande delusione per noi ed i nostri cari ….

Puoi leggere anche:
La lista dei 10 espedienti utilizzati dalle società di recupero crediti a danno dei clienti

Caso due: la segnalazione ha un vizio di forma e non è legittima, ma un bravo professionista la può velocemente far cancellare

Come spesso capita in Italia, la normativa sulle banche dati è molto complessa (solo per citarne alcuni le banche devono rispettare le norme del TUB – Testo Unico Bancario, della legge sulla privacy, della normativa 141 2010, ecce cc) e la banca quando effettua la segnalazione come cattivo pagatore non rispetta tutte le procedure previste.

In questi casi, se l’occhio competente di un professionista specializzato vede l’errore e lo contesta alla banca, la banca è di fatto costretta a cancellare la segnalazione.

Ma quante sono queste anomalie? Prima di iniziare questa attività non pensavamo neppure noi che questi casi fossero così frequenti! Dalla nostra esperienza oltre il 40% delle segnalazioni ha una grave anomalia, spesso perché la banca per risparmiare ha saltato qualche passaggio, ma questo ci permette di cancellare tutto e riabilitare la persona.

Come facciamo a capirlo? Il nostro team di legali ha analizzato tutta la normativa e abbiamo individuato le falle più frequenti che utilizziamo per riabilitare i nostri clienti.

La domanda di tutti: la mia Crif si può cancellare?

La risposta è ovvia: serve analizzare la tua posizione per trovare se esistono anomalie, prima di risponderti. Infatti il metodo di analisi di Piano Debiti è frutto di un grande lavoro e ogni pratica viene accuratamente analizzata da personale esperto di diritto e finanza, prima di poter dire se avremo una soluzione al nostro problema.

Sappiamo qual è il dubbio delle persone: ma se io commissiono questa analisi, devo pagare e poi succede che non c’è nessuna anomalia, avrò pagato per ottenere un risultato che non mi serve!

La paura di essere “fregati” e di investire soldi senza risultato scoraggia molte persone. Un vero peccato, perché in molti casi è possibile ottenere la cancellazione delle segnalazioni negative e risolvere molti problemi che affliggono il cosiddetto cattivo pagatore: per questo serve la soluzione che ti proponiamo!

Per ulteriori informazioni sul tema, segnaliamo il link https://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/4893274

Piano Debiti: la soluzione senza dubbi

Adesso che sai come funziona, cosa vorresti? Noi abbiamo pensato che vorresti verificare se le tue segnalazioni possono essere realmente cancellate, senza correre il rischio di pagare per niente!

Se tu lo vuoi, noi lo abbiamo fatto: Piano Debiti è l’unica azienda ad offrire l’analisi e la cancellazione delle banche dati, con il pagamento a success, ovvero solo se raggiungiamo il risultato. Senza raggiri, dubbi ed escamotage, ma con un contratto chiaro che ti tutela in pieno!

In sintesi:

–          Facciamo una valutazione iniziale gratuita: se non ci sono anomalie te lo diciamo subito in modo da non farti perdere tempo (e da non perderne troppo noi stessi…).

–          Se secondo noi esistono anomalie attiviamo la pratica per la cancellazione, sempre senza che tu anticipi nulla!

–          A cancellazione della Crif, o delle altre banche dati, avvenuta, ci pagherai quanto concordato.

–          Se per qualche motivo l’istruttoria non dovesse portare al risultato, comunque non pagherai nulla, in nessun caso.

È chiaro che questo modo di lavorare offre molti vantaggi ai nostri clienti, non solo per il pagamento a success. Infatti incassando solo a fine pratica, siamo incentivati a ridurre al massimo possibile i tempi e lavorare con professionalità per ottenere il risultato che ci ha commissionato il nostro cliente.

Compila il form ora per ottenere di essere contattato gratuitamente e senza impegno e attivare subito la tua pratica di cancellazione Crif!

Ho letto Privacy Policy e Termini e Condizioni del servizio e acconsento al trattamento dei miei dati che non verranno mai ceduti a terzi.

4.8/515 ratings

Scrivi un commento

Chiama GRATIS (9.00-17.00)

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Impostazioni della Privacy

Quando visiti un sito web, questo potrebbe archiviare o leggere informazioni nel tuo browser, solitamente utilizzando dei cookies. Puoi controllare quali cookies vengono utilizzati su questo sito web e scegliere quali attivare o disattivare.

Questi cookies sono necessari al corretto funzionamento del sito web e non possono essere disattivati.

Per utilizzare correttamente questo sito web, è necessario che i seguenti cookies tecnici siano abilitati.
  • PHPSESSID
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec
  • wp-settings-time

  • quform_

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi